Home > Basic instinct 3

Basic instinct 3

Basic instinct 3

Questa volta la "location" è inglese e inglesi sono anche il regista, Michael Caton-Jones, e il protagonista, un altro semisconosciuto, David Morrisey. Il film, prodotto da Sony e Mgm, ha avuto una gestazione travagliatissima, tra passaggi di consegne da una major all'altra, difficoltà kafkiane di casting, bizantine citazioni in giudizio, capricci e diktat della diva Stone. Sono molti i richiami al film precedente: Al centro della vicenda, la discesa agli inferi del criminologo Michael Glass che in sede di riprese potrebbe anche cambiare il nome di battesimo in Andrew , che rimane intrappolato nel mortale gioco erotico e nella ragnatela di menzogne e seduzione della splendida scrittrice killer.

Dopo l'incidente d'apertura, Catherine è sottoposta a un interrogatorio da parte di Roy Washborn, detective della squadra omicidi, sotto lo sguardo del giovane e inesperto collega Fergie. Qualcosa nell'incidente non quadra: Catherine, ovviamente, nega tutto. Tranne il sesso prima dell'incidente. Nick va nella casa di Catherine, la quale sta stampando le ultime pagine del suo nuovo libro.

Dopo aver letto velocemente poche righe, Nick capisce che il romanzo parla di un detective che giace morto con le gambe sporgenti dalle porte di un ascensore. Catherine arriva e spiega che lei ha finito il suo libro e, freddamente, termina la vicenda. Nick incontra Gus, che si è organizzato per incontrare un compagno di stanza del college di Catherine in un hotel per scoprire che cosa realmente è successo tra Catherine e Beth. Mentre Nick aspetta in macchina, Gus entra nell'ascensore dell'hotel, ma quando esce una figura incappucciata salta fuori e colpisce Gus più volte con un punteruolo. Nick raggiunge Gus troppo tardi e lo trova agonizzante con le gambe sporgenti dalle porte dell'ascensore proprio come il libro di Catherine aveva descritto.

Appena Beth avvicina la mano alla propria tasca, Nick prende la pistola di Gus e spara a Beth uccidendola. Nick sospetta che lei abbia ucciso Gus, ma nella tasca di lei vi sono solo chiavi. La polizia arriva, e scopre una parrucca bionda, un impermeabile SFPD, e un punteruolo, l'arma usata per uccidere Gus, in una scala. Gli ufficiali di polizia concludono che Beth ha abbandonato gli oggetti sentendo arrivare Nick. Nella casa di Beth, messa a soqquadro, vengono trovati indizi importantissimi che provano il fatto che è lei l'assassina. Nick torna a casa sua, dove trova Catherine ad aspettarlo, e mentre i due fanno l'amore lei sembra intenzionata ad afferrare il punteruolo posizionato sotto il letto, ma mentre sta per ucciderlo lascia andare l'arma perché è ormai innamorata di lui, e i due continuano ad amoreggiare.

La sceneggiatura, scritta nel da Joe Eszterhas , ebbe subito un grande risalto mediatico a tal punto da essere alla base di un'asta economica tra varie compagnie cinematografiche; alla fine la Carolco Pictures ebbe la meglio, per una somma pari a 3 milioni di dollari. Il budget del film fu di circa 49 milioni di dollari. Le riprese furono effettuate a San Francisco tra il maggio e il novembre Gli abiti dei due protagonisti furono curati dallo stilista italiano Nino Cerruti del Lanificio fratelli Cerruti.

La scena del primo rapporto consumato tra i personaggi di Douglas e della Tripplehorn venne girata all'insaputa degli attori, che pensavano di stare solo provando. In un'intervista concessa nel , Sharon Stone ha rivelato che la famosa scena dell'interrogatorio venne girata a tradimento dal regista Verhoeven. Secondo la Stone, il regista le avrebbe chiesto di togliere le mutandine bianche perché troppo evidenziate nella cinepresa, promettendole che non si sarebbe visto nulla. A causa delle numerose scene violente ed erotiche presenti nel film, alcune nazioni hanno imposto i seguenti divieti ad un pubblico minore:.

Fu poi trasmesso in prima visione su Canale 5 il 3 ottobre , facendo registrare un ascolto di Negli USA ha incassato in totale A livello mondiale, Basic Instinct ha incassato Alla sua uscita, ricevette critiche contrastanti. Dopo di che diventa solo un inutile scarabocchio di caselle riempite. Molto criticate sono state le scene di sesso presenti nel film; in particolare ha provocato scandalo il primo rapporto tra i protagonisti Stone e Douglas , quella iniziale del primo omicidio e quella tra il detective Curran e la psicologa Beth. Furono molte inoltre le proteste di chi considerava la raffigurazione di Catherine Tramell un'offesa nei confronti dei diritti delle donne, in particolare quelle impegnate nella difesa dei diritti gay.

Durante le riprese il film è stato contestato da molti attivisti per i diritti gay , i quali hanno constatato una rappresentazione negativa degli omosessuali all'interno del film. Altri gruppi di attivisti hanno invece iniziato a inondare i teatri e i cinema andando in giro con cartelli con su scritte frasi come "Kiss My Ice Pick" "Bacia il mio rompighiaccio" , o anche "Hollywood promotes anti-gay violence" "Hollywood promuove la violenza anti-gay" , e "Catherine Did It! The Bisexual Did It" "Catherine lo ha fatto! La bisessuale lo ha fatto". Alla premiere al Festival di Cannes non mancarono tentativi di boicottaggio della pellicola. La scena più nota del film è senz'altro quella dell'interrogatorio, durante il quale il personaggio di Sharon Stone , mentre risponde alle domande dei poliziotti, accavalla le gambe mostrando, senza lasciare nulla all'immaginazione, di non indossare alcun indumento intimo.

Questa scena è diventata molto popolare nel tempo, oltre a essere l'emblema che ha reso celebre il film. Tuttavia è stata anche criticata da diverse persone. In particolare molti si sono chiesti negli anni se la scena fosse capitata per caso, o se invece fosse stata voluta dal regista per innescare una sorta di carica erotica nello spettatore.

Molti critici hanno ipotizzato che nel caso questa seconda ipotesi fosse quella reale, il film potrebbe essere indicato, oltre come thriller , anche come pellicola a sfondo sessuale, e quindi rivolta a un tipo di pubblico selezionato. Tali dubbi non sono mai stati chiariti del tutto dal regista Verhoeven, che non ha mai specificato se la scena fosse voluta o fosse un'improvvisazione. Sono piovute critiche anche sull'uso incessante e quasi invitante di sigarette all'interno film da parte dei due personaggi principali.

Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Disambiguazione — Se stai cercando l'album di Ciara , vedi Basic Instinct album. Michael Douglas: Catherine Tramell George Dzundza: Roxy Hardy Bruce A. Sam Andrews Chelcie Ross: Hazel Dobkins Wayne Knight: John Corelli Daniel von Bargen: Segui il canale per ricevere le ultime notizie e interagire con la community! Sharon Stone in Basic Instinct. Maurizio Bilchi.

Chiedi la correzione di questo articolo. Valuta il titolo di questa notizia. I migliori film da vedere su Netflix Video. Reggio Calabria FilmFest: Anticipazioni Il Segreto:

Programmi Tv prima serata 3 agosto, Basic instinct su Rete 4: scoppia la polemica

Più noto per scene pruriginose - in realtà quasi del tutto assenti - “Basic Instinct” è invece un film squisitamente pseudobiblico, qualità. Sharon dice NO a Basic Instinct 3. Mentre Basic Instinct 2 esce nelle sale Sharon Stone mette le mani avanti e spiega con fermezza che non. COPIA CARBON-CINA - LA CANZONE DELLE OLIMPIADI A PECHINO E' IL PLAGIO DI “LET IT GO” Fotogallery precedente. Basic Instinct è un film del diretto da Paul Verhoeven, ed interpretato da Michael Douglas . Fu poi trasmesso in prima visione su Canale 5 il 3 ottobre , facendo registrare un ascolto di spettatori e il 40,31% di share, . L'attrice ha pubblicato sui social il video del casting per il personaggio di Catherine Tramell. Basic Instinct 2 non è ancora uscito nelle sale, ma già si parla di un terzo episodio del franchise: Sharon Stone in più occasioni ha affermato di. Sono molti i richiami al film precedente: anche il finale che rimane aperto, con Catherine libera e pronta per un eventuale "Basic Instinct 3".

Toplists